1

301226069 665823684897991 3570933905462288793 n

DOMODOSSOLA - 06-09-2022 -- Sta per prendere il via a Domodossola la quarta edizione di Domosofia, il festival della conoscenza, organizzato dal Comune di Domodossola, con la direzione artistica di Maria Fiorenza Coppari.
Nel Borgo della Cultura dal 14 al 19 settembre 2022, 57 ospiti tra umanisti, scienziati, giornalisti, scrittori, artisti e 40 appuntamenti tra incontri, talk show, interviste, letture saranno occasione per indagare le situazioni e le modalità in cui la vita si accende e acquista senso e consapevolezza. Per questa edizione il tema è la “luccicanza”, quella capacità di essere visionari, intuitivi, immaginifici, creativi.

Punto di partenza è un interrogativo: cosa accende la mente? L’attualità degli ultimi anni ha fatto scaturire nei più la volontà di dare un senso nuovo alla vita, la voglia di tornare a brillare, il desiderio appunto di luccicanza.
Il festival si propone quindi di indagare in chiave eclettica e multiforme le situazioni, le modalità, i momenti in cui la vita si accende e acquista senso e consapevolezza, quei momenti in cui si riesce ad indagare la realtà oltre le apparenze, e lo farà coinvolgendo numerose aree disciplinari, tra cui astrofisica, antropologia, antropologia della mente, archeologia, comunicazione, criminologia, economia, filosofia, filosofia delle scienze, fisica, neuroscienze, scienze forensi, pedagogia dell’intelligenza artificiale, psicanalisi, storia, storia dell’arte e teologia.
Una sezione in particolare – Festival in scena – è dedicata al teatro, al cinema, alla musica, in quella contaminazione tra le discipline che da sempre regala alla vita un tocco di leggerezza, intesa come quella qualità che fa trovare la luce anche nei momenti più bui.

Il 14 settembre il festival si aprirà con il concerto inaugurale del coro Vocal Excess che porterà a Domodossola un repertorio di canzoni tra le più famose e amate che hanno fatto la storia del rock e del pop internazionale dagli anni '60 a oggi.

Il 15 settembre sarà la volta di Da Sciura Cesira a Regina Margherita. La ricerca della luccicanza nel percorso artistico di Ippolita Baldini. L’attrice, nota al pubblico di Zelig per il personaggio di Lucy, converserà con Antonio D’Amico. Il 16 settembre ancora musica con la conversazione concerto Prendere il cielo con le mani. Omaggio a Lucio Dalla. Dai primi esperimenti musicali al filone favolistico e narrativo inaugurato con “4/3/1943”, dalla straordinaria collaborazione col poeta Roberto Roversi alla sorprendente svolta dei testi scritti da lui stesso, grondanti commozione e ironia insieme, un’antologia di questo indimenticabile repertorio viene ripercorsa da Enrico de Angelis, giornalista e appassionato studioso della canzone d’autore Nathalia Sales al canto, Camilla Baraldi al pianoforte, Marco Pasetto ai fiati, Luca Pighi alle percussioni. Il 17 settembre è la volta de Le luccicanze della ribalta, un incontro con la simpatia e il talento dell’attore Gianmarco Tognazzi per una serata dedicata alle luci del cinema e del palcoscenico.
Il 18 settembre il comico Leonardo Manera mette a nudo con la sua ironia e i suoi personaggi l'Homo Modernus, raccontando una società che non sempre sa dove sta andando. E infine il concerto di chiusura, un extra festival in particolare pensato per i giovani, in cui sarà protagonista la voce di Arisa.
Per rendere omaggio alla storia dell’arte, in occasione della mostra Nel segno delle donne Tra Boldini, Sironi e Picasso in corso a Palazzo San Francesco, la storica dell’arte Elena Pontiggia il 15 settembre parlerà di Sironi e la luce della figura femminile.
Una parte del Festival sarà dedicata ai temi di più stretta attualità, con conferenze e incontri con autori che approfondiranno diversi argomenti, spaziando dalla guerra alla cronaca nera, dal sistema giudiziario ai temi legati alle risorse del nostro pianeta.

Nicola Saldutti parlerà dei nuovi orizzonti economici, focalizzandosi sulla risorsa Terra, l’oro di domani. Domenico Quirico racconterà invece di storie di guerra e di umanità. Lucia Bellaspiga indagherà su alcune storie di rinascita. Fabrizio Pregliasco approfondirà il tema dell’Infodemia ai tempi del Covid. Luciano Garofano ci trasporterà invece sulla scena del crimine, parlando delle illuminazioni della scienza. Dominic Salsarola approfondirà le scoperte dell’archeologia forense. E ancora Valerio De Gioia e Adriana Pannitteri parleranno del rapporto tra alcuni casi di cronaca noti all’opinione pubblica e il mezzo televisivo. Tra gli ospiti anche Luca Palamara, Alessandro Sallusti e il direttore de La Repubblica Maurizio Molinari.

E ancora, largo spazio sarà dato alla scienza, con interessanti interventi come quello di Luca Baraldi e Pietro Monari che parleranno di come interpretare, comprendere, inventare nell’era dei dati; o quello di Andrea Accomazzo e Giacomo Prina, che trasporteranno il pubblico nel grande universo raccontando di missioni spaziali e nuove scoperte. E poi Sergio Cacciatori e Pierpaolo Mastrolia che si addentreranno nell’astrofisica spaziando dalle particelle elementari ai buchi neri.
Numerose conferenze e incontri saranno dedicati al tema delle idee, alla luccicanza che sprigiona l’intelletto in ogni sua forma. Massimiliano Valerii approfondirà il rapporto tra la ragione e la libertà nel disincanto del mondo. Gaia De Vecchi, Alberto Mattioli, Milena Santerini indagheranno il rapporto tra la coscienza religiosa e quella civile. Marco Benadì racconterà intuizioni di luccicanza nonostante le nuvole che s’addensano attraversano l’orizzonte esistenziale. Luigi Maria Epicoco approfondirà la scelta di Enea, per una fenomenologia del presente. Gianfranco De Turris parlerà invece di esorcismo della fantasia ai tempi del lockdown. Fabio Minazzi ci trasporterà nella mente di Einstein parlando di immaginazione e scienza. Alessandro Bertirotti, antropologo della mente racconterà come nascono le “intuizioni luminose”. Michele Oldani, psicologo e psicoterapeuta, approfondirà il significato della luccicanza “nel tempo del non più e del non ancora”. Ilaria Gaspari che parlerà della speciale capacità di visione che ci permette di vedere oltre i fenomeni e gli accadimenti.

Alcuni incontri saranno poi dedicati al genere umano, ai suoi successi e insuccessi nella storia.
Ettore Champretavy ed Enrico Martinet consegneranno il testimone dei campionati del mondo di skyrunning, che si svolgeranno in Ossola pochi giorni prima, al festival Domosofia. Riccardo Manzotti, Alberto Voltolini, Andrea Lavazza dialogheranno sulla coscienza, la scintilla creativa del genere umano. Giovanna Belcastro e Marco Peresani racconteranno di “Luccicanze” nell’evoluzione umana. Edoardo Castagna, invece, approfondirà le luccicanze tradite della storia.

Il festival sarà inoltre arricchito di momenti dedicati agli studenti con conferenze e incontri dedicati che avranno come ospiti Alessandro Barbaglia, Luca Perri, Nicola Saldutti, Luca Baraldi e Pietro Monari.
Il lunedì il festival si chiuderà con un momento conviviale con “Domosofia Gourmet”, una cena firmata da grandi chef.