1

Santa Maria Maggiore Sentieri e pensieri 2021 1803 LR

SANTA MARIA MAGGIORE - 23-08-2022 -- Giornata numero 5 per il Festival Sentieri e Pensieri: di turno oggi: il giornalista economico Alan Friedman, lo sciatore Giorgio Rocca e la scrittrice Jana Karšaiová.
IL PROGRAMMA
Ore 16.30 – Jana Karšaiová – "Divorzio di velluto" (Feltrinelli)
Presentato al Premio Strega 2022 da Gad Lerner, "Divorzio di velluto" (Feltrinelli) è il romanzo d'esordio di Jana Karšaiová che presenterà il suo lavoro in un dialogo con la giornalista de La Stampa Beatrice Archesso. Nata a Bratislava, Jana Karšaiová ha scelto la lingua italiana per scrivere il suo primo romanzo, raccontando di uno sradicamento e di una rinascita. È una storia di assenze che pesano, di tradimenti, di desideri temuti, di strappi che chiedono nuove risorse per essere ricomposti. La scrittura versatile e profonda di Jana Karšaiová, sorprendente per una madrelingua, è straordinaria per chi ha scelto l’italiano come lingua elettiva. L'incontro è realizzato in collaborazione con la Fondazione Circolo dei lettori.

Ore 18 – Giorgio Rocca e Thomas Ruberto – "Slalom" (Hoepli)
Vittorie e sconfitte tra le curve della mia vita, recita così il sottotitolo del libro in cui Giorgio Rocca, uno degli sciatori italiani più vincenti della storia, racconta in prima persona il suo amore smisurato per lo sci e la montagna, fatto di passione, tenacia, determinazione e voglia di arrivare. Nel volume scritto a quattro mani con Thomas Ruberto Giorgio Rocca racconta, con una buona dose di autoironia e una carica di sincerità, le esperienze sportive e umane che l’hanno portato a primeggiare sulle piste di tutto il mondo, in un’epoca non lontana in cui lo sci alpino era alla disperata ricerca dell’erede di Alberto Tomba.
A dialogare con gli autori per la presentazione di "Slalom" (Hoepli) sarà il giornalista de La Prealpina Luca Spriano.

Ore 21 – Alan Friedman – "Il prezzo del futuro" (La Nave di Teseo)
Alan Friedman, giornalista e autore statunitense vincitore di diversi premi, è stato corrispondente estero e commentatore per il Financial Times di Londra, l’International Herald Tribune e il Wall Street Journal
Europe. Già editorialista del Corriere della Sera, attualmente collabora con La Stampa. Qual è il futuro dell’economia italiana? Quanto sarà profondo il danno che la guerra in Ucraina apporterà alla ripresa? Le riforme di Draghi basteranno per modernizzare il paese? E quali sono i rischi per l’economia dopo le elezioni del 2023? Alain Friedman cerca di rispondere a queste domande ne "Il prezzo del futuro", primo libro da lui pubblicato con La Nave di Teseo, e nella presentazione a Santa Maria Maggiore, in dialogo con Alessia Liparoti, giornalista de ilLibraio.it e True News.