1

Craveggia

CRAVEGGIA - 27-07-2022 -- Alcune fra le più belle case private della valle Vigezzo saranno visitabili dal 30 luglio al 14 agosto, grazie alla disponibilità dei proprietari. Si rinnova così uno dei tradizionali appuntamenti organizzati da Fondo Ambiente Italiano nella “Valle dei Pittori”. “Craveggia + Albogno + Buttogno. Visite alla qualità della architettura della valle” è il titolo del ciclo di visite guidate che avrà come protagonista l’architetto Giovanni Simonis, studioso di architettura alpina e di genesi del paesaggio. Le visite alle dimore storiche saranno anche l’occasione per conoscere le vicende delle famiglie che vi hanno abitato. Si inizierà sabato 30 luglio a Craveggia, con le visite alla Casa della famiglia Mellerio, la cui fortuna ebbe inizio nel 1515, quando Jean-Marie Mellerio, appreso a Milano il mestiere di tagliatore di pietre preziose, si trasferì a Parigi. La famiglia col tempo assunse un ruolo importante di mediazione tra gli interessi della corona francese e l'Italia. Ne trasse beneficio la Valle Vigezzo, che ebbe il diritto di commerciare preziosi. La Casa Mellerio di Craveggia è decorata con affreschi del famoso pittore Giuseppe Mattia Borgnis (1701 Craveggia – 1761 Londra). Le visite si svolgeranno dalle 10 alle 12 e dalle 15,30 alle 17,30. Domenica 31 luglio 2022, dalle 10 alle 12, mercoledì 10 e giovedì 11 agosto dalle 15,30 alle 17,30 sarà visitabile invece un edificio sacro di Craveggia, l’oratorio dedicato a San Luigi Gonzaga, dalle forme architettoniche slanciate. Contiene un bell’altare in marmo bianco sovrastato da una grande pala con la Vergine venerata da San Luigi Gonzaga e San Rocco, opera del pittore ferrarese Luigi Litta. Ad Albogno sabato 6 agosto dalle 10 alle 12 e dalle 15,30 alle 17,30 sarà visitabile il padiglione di Casa De Matheis, costruito nel 1681 per ricevimento di ospiti e attività culturali. L’edificio è arricchito all’esterno da cornici dipinte alle finestre e, all’interno, da preziosi dipinti sui soffitti di legno. La famiglia De Matheis accumulò vistose fortune ad Anversa con il commercio di una loro invenzione, il tabacco rapé, concia di foglie di tabacco con il rhum. Infine, sabato 13 e domenica 14 agosto dalle 10 alle 12 e dalle 15,30 alle 17,30, sarà la volta della cinquecentesca Casa Simonis a Buttogno, decorata con timpani a triangolo e figure che richiamano al rinascimento italiano e al rococò tedesco. Per le visite sarà necessario prenotarsi al numero 347-8325894; è richiesto un contributo a partire da 5 Euro. Durante gli eventi sarà possibile anche sottoscrivere o rinnovare la tessera FAI. Tutti gli incontri e le visite si svolgeranno nel massimo rispetto delle norme del momento di emergenza Covid-19 e con turni di visita per gruppi composti di massimo 8/10 persone.
Mauro Zuccari