1

fb2d4fc1 a855 d47e 0721 bc92d7c413ba

STRESA - 20-07-2022 -- Dopo l'anteprima di sabato all'Isola dei Pescatori dedicata a Pasolini, lo Stresa Festival di luglio, ovvero la parte prima (la seconda si terrà dal 19 agosto al 9 settembre), propone in questo scorso di settimana una sfilata di tre concerti con il violino jazz protagonista.
Si comincia stasera alla Catapulta, il palco acustico (una vera e propria opera d'arte) concepito da Michele Lucchi collocato sul lungolago La Palazzina. Di scena il duo francese formato da Gilles Apap (violino) e Myriam Lafargue (fisarmonica) con una programma che fonde alle musiche della tradizione celtica, influenze classiche e jazz (biglietti 25 euro). "Per me sei l’esempio di un musicista del 21° secolo. Rappresenti la direzione in cui la musica dovrebbe evolversi; da un lato, il rispetto del prezioso patrimonio delle opere classiche, dall’altro la scoperta della musica contemporanea [popolare] e del suo elemento creativo, non solo nell’improvvisazione, ma anche nell’interpretazione" con queste parole lusinghiere il violinista Yehudi Menuhin ha definito lo spirito e la maestria di Gilles Apap.
Venerdì 22 luglio il palco sarà invece di Alexis Cárdenas, considerato tra i violinisiti più importanti della sua generazione, sarà accompagnato da un ensemble di quattro musicisti venezuelani strettamente legati al mondo dell’improvvisazione, del jazz, della tradizione e della musica classica. Bach, Piazzola, Paco de Lucia e Satie sono solo alcuni dei compositori proposti nel programma della serata.
"O Brasil imaginário" sarà invece il viaggio proposto sabato sera da Ricardo Herz al violino, Gabriele Mirabassi al clarinetto e Roberto Taufic alla chitarra.
Info e biglietti: https://www.stresafestival.eu/festival