1

RegioExpress Loetschberger Luogelkinviadukt Sommer

DOMODOSSOLA - 02-07-2022 -- E’ possibile sfruttare la rete di infrastrutture già esistente, per far ripartire il turismo nell’ottica della sostenibilità e del “Green Deal” promosso dall’Unione Europea? La possibilità esiste, e provarci oggi più che mai diventa d’obbligo, dove, alla luce delle contingenze globali (cambiamenti climatici, crisi energetica ecc.) è vitale imparare a declinare in tutti i settori, i termini “economia” e “verde”. E la, mobilità è certo tra i settori chiamati a rispondere nell’immediatezza. Questo aspetto è stato sondato nei mesi scorsi in tre incontri informativi su turismo e mobilità con protagonista il Trenino Verde delle Alpi (TVA), progetto del programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia-Svizzera 2014-2020, che si configura come uno strumento di integrazione dei servizi di mobilità e che recentemente si è allungato sino a fare tappa a Domodossola.
Il capofila elvetico del progetto TVA Brig-Glis, Walter Finkbohner dimostra di apprezzare: “Prolungare il Trenino Verde fino a Domodossola, con l’idea di andare oltre – dice Finkbohner – . Per farlo, però, serve una rete di collaborazione che funga da spinta, così da essere pronti per trasportare le persone che vogliono viaggiare, anche nel turismo di prossimità. Un plauso per il lavoro svolto da Domodossola che sta trasformato la stazione in un centro importante in cui è piacevole partire e viaggiare, senza dimenticare che in questo momento di ripartenza è importante misurarsi sempre con i migliori”.

Creare itinerari turistici adatti a essere fruibili attraverso il ricorso ai mezzi pubblici è una delle proposte più immediate da mettere in campo. Punto di partenza potrebbe essere quella analisi condotta da AMP Agenzia mobilità piemontese relativa a domanda e offerta della mobilità nel territorio su ferro e gomma. L’indagine ha prodotto una matrice di opportunità e criticità della zona dell’Ossola da cui è emersa l’esistenza di una rete di trasporto, difficile però da scoprire. Da qui la necessità di interventi migliorativi come, a titolo di esempio, quelli sul quadro orario delle direttrici Varzo-San Domenico e Baceno-Alpe Devero. Privilegiate le coincidenze verso Domodossola per favorire anche il pendolarismo dei residenti. (C.S)