1

pizzi polacchi

DOMODOSSOLA_ 31-05-2022-- Nell'ambito della presentazione della " Notte Gialla", questa mattina in sala consigliare a Domodossola, il Comitato Pulenta e Sciriuii si è tolto qualche sassolino dalla scarpa.

I ragazzi del Comitato chiedono di sentire la Città più vicina e partecipe: sarebbe sufficiente una telefonata o la disponibilità di un tavolino o di uno spazio da parte degli esercenti che comunque beneficiano di eventi, come il Carnevale o la Notte Gialla, che portano molta gente in piazza.

"Facciamo queste feste per la Città ma anche i commercianti ne giovavano. Durante il nostro carnevale, ristoranti e bar di Piazza Mercato sono pieni. Negli anni ottanta-novanta io facevo già parte del comitato e i commercianti allora davano anche un sostegno economico; oggi non chiediamo questo, bensì solo un aiuto di qualsiasi genere, dalle sedie al tavolo, o l'accesso ai bagni.

Le piazze di Domodossola sono tante, come il Giugno Domese anni fa fece la festa in piazza Matteotti anche noi potremmo spostare la festa dalla Piazza Mercato a Piazza Matteotti, Madonna della Neve o la Cappuccina" afferma Alberto Polacchi, presidente Comitato Pulenta e Sciriuii. Secondo lui Domodossola è vasta non c'è solo Piazza Mercato.

Il sindaco Lucio Pizzi precisa che il Comitato Pulenta e Sciriuii non ha chiesto nessun contributo economico al Comune:"La parte del Comune è stata logistica, ovvero fornire spazi, acqua, elettricità e postazioni per posizionare tutto il materiale necessario".

Solo quattro esercenti hanno offerto un contributo indiretto e il Comitato li ringrazia calorosamente: "Si tratta di Possetti che ci consente di usare i propri furgoni in maniera gratuita, il Bar Coccole e Caffè che ci permette di utilizzare i suoi magazzini per rifornire il ghiaccio che servirà il bar per quella sera, il negozio Canuto di Daria Franzoni che purtroppo sta chiudendo ma ci ha regalato tutto il materiale giallo che aveva in giacenza in modo da utilizzarlo sia per la Notte Gialla sia per il prossimo Carnevale, e Tanza che si è detto disponibile a collaborare" ha aggiunto Andrea Truscello, vice presidente del Comitato Pulenta e Sciriuii.


"Chiediamo ai commercianti un aiuto, di farsi sentire: dateci una mano perché noi siamo sessanta volontari, ognuno di noi ci mette del tempo e anche dei soldi propri. Non vi chiediamo dei soldi, vi chiediamo un aiuto, una telefonata. Lo sapete benissimo che il Carnevale aiuta anche la vostra economia. Aiutateci con un piccolo contributo anche indiretto" è l'appello lanciato da Polacchi.