1

verbanus

VERBANIA - 25-05-2022 -- Con una copertina disegnata da Carlo Rapp e un ampio approfondimento dedicato all'attività dell'artista scomparso lo scorso anno, arriva nei prossimi giorni in libreria il numero 42 di Verbanus (Alberti editore), la rivista fondata nel 1979 e curata dalla Società dei Verbanisti insieme all’Antenna Ticinese dei Verbanisti.
In oltre quattrocento pagine, venti contributi affrontano la cultura, l’arte e la storia delle tre sponde del lago Maggiore, quella piemontese, quella lombarda e quella ticinese.

Come anticipato, la rivista si apre con lo studio dedicato a Carlo Rapp, che fu collaboratore e amico dei Verbanisti. I contributi dedicati alla storia dell’arte sono dedicati alla diffusione della serliana nell’architettura religiosa del Locarnese, al pittore Antonio De Giorgi e al recente ritrovamento del dipinto di Filippo Abbiati rubato più di trent’anni or sono nella chiesa di San Martino a Vignone, all’attività di Daniele Ranzoni e di Giuseppe Francesco Petroli all’interno della Basilica di San Vittore a Intra, al rapporto di amicizia tra Achille Tominetti ed Eugenio Gignous e alla genealogia del pittore italo-ticinese Antonio Ciseri, in occasione del recente duplice centenario della nascita.
La sezione più propriamente storica si apre con la controversa datazione di una pergamena medievale dell’abbazia di Arona, per poi proseguire con studi dedicati ai feudi della famiglia Rusca tra Verbano e Ceresio, agli intrecci famigliari ed economici tra i borghi delle diverse sponde del lago tra Quattocento e primo Seicento, alla cappellania di San Lorenzo a Cannero, al distrutto convento dei frati Cappuccini che sorgeva a Pallanza e al fenomeno dell’emigrazione nel piccolo comune di Bosco Valtravaglia.
Nella sezione “I sentieri della memoria” trovano invece spazio contributi dedicati al Vergante e alla Valcuvia, a due imponenti monumenti aronesi (quello eretto per l’inaugurazione del tunnel del Sempione e quello dedicato ai caduti della Prima Guerra Mondiale), alla fabbrica Rhodiatoce di Pallanza e infine a Giovanni Lenzi, “padre” dell’Istituto Ferrini di Verbania.
Dopo un ricordo di Alessandro Pisoni, per anni redattore della rivista, e di Flavia Fiori, il volume si chiude con la sezione miscellanea “Il tempo ritrovato”, che raccoglie tredici brevi articoli e segnalazioni di arte, storia e costume.

Eventi collaterali
Il nuovo numero della rivista sarà presentato e distribuito ai soci sabato 28 maggio nel corso dell’assemblea annuale dell’Associazione. A partire da quella data sarà quindi disponibile presso la libreria Alberti di Verbania Intra e la libreria Spalavera di Verbania Pallanza.

Nelle prossime settimane sarà organizzata la presentazione pubblica di questo numero della rivista Verbanus.

INDICE SOMMARIO

REDAZIONE, A Carlo Rapp. Una vita dedicata al Verbano
S. BAROLI, La felicità operosa di Carlo Rapp

Lettere, arte, scienze
A. JELMINI, La serliana sulla facciata delle chiese del Locarnese
M. DELL’OMO, Nuovi documenti per le cappelle del Consorzio della Vergine e di San Giuseppe in San Vittore a Cannobio. Ancora su Antonio de Giorgi
M. DELL’OMO, Un Abbiati ritrovato
S. MARTINELLA, Ranzoni e Petroli «affrescatori». Appunti da una visita al San Vittore di Intra
B. ROSSI, Eugenio Gignous a Miazzina. Storia di un’amicizia mai sopita
V. PROVENZALE - M. VIGANÒ, Antonio Ciseri e gli antenati, dal Verbano a Firenze granducale

Storia
G. ANDENNA - V. GRASSI, A volte i copisti dimenticano Per una pergamena del cenobio di Arona: 1069 o 1269?
P. FRIGERIO - B. GALLI, I feudi Rusca tra Verbano e Ceresio dal 1500 all’estinzione nel 1570 del ceppo nobiliare
L. BROILLET, Interessi economici, intrecci famigliari e migrazioni incrociate sulle sponde del lago Maggiore tra Quattrocento e primo Seicento
E. MARIANI, Ad laudem et gloriam Beati Laurentii martiris. La cappellania di San Lorenzo di Cannero fra istituzione e territorio (sec. XV-XVIII)
L. PARACHINI, Il convento dei padri Cappuccini a Pallanza
F. PARNISARI, Da Bosco Valtravaglia a Bergamo. Emigrazione, società e fenomeni demografici in un antico villaggio prealpino

I sentieri della memoria
V. GRASSI, Tra l’Erno e l’Agogna. Luoghi e vicende
G. POZZI, Valcuvia inedita e… improbabile
G. DI BELLA, Arona 1906: il Monumento-fontana e i festeggiamenti “Pro Sempione”
A. ZONCA, Il monumento ai caduti di Arona compie cento anni
L. MIGLIARINI, Cenni di storia di una fabbrica. La Rhodiatoce di Pallanza
FRANCESCO ROSSI, Giovanni Lenzi, “primo” preside e padre dell’Istituto Tecnico per Ragionieri e Geometri di Verbania

Le vite
REDAZIONE, Carlo Alessandro Pisoni (1962-2021)
M. DELL’OMO, Per Flavia Fiori. Un ricordo