1

fraka

BAVENO - 22-04-2022 -- Alla storia è passato per i suoi scritti: i reportage di guerra, i libri e le sceneggiature che ne hanno fatto uno dei giornalisti più conosciuti della prima metà del ‘900. Arnaldo Fraccaroli, veronese d’origine, inviato speciale del Corriere della Sera, per circa trent’anni ebbe una seconda casa a Baveno. Frequentò il Lago Maggiore e, sulle sue rive, ebbe alcune delle intuizioni consegnate alla cultura di allora. A lui, inventore della “dolce vita” prima che Fellini la portasse sul grande schermo, oggi è dedicata la serata che si tiene alle 21 in biblioteca. Nell’ambito della rassegna culturale “La pietra racconta” viene presentato “La dolce vita di Fraka”, il volume biografico scritto da Gianpietro Olivetto, che sarà presente in loco.