1

fabbri pizzi nero

ANZASCA- 21-11-2021-- Da bambino e anche da ragazzo passavo le estati a Macugnaga e le velleità escursionistiche, ma soprattutto alpinistiche, mi facevano trascurare itinerari semplici, appena sopra casa, come l’Alpe Bletz o Bletza, che dir si voglia. Mi sono pentito in ritardo ed ho recuperato, seppure con decenni di ritardo, salendo in questa oasi di bellezza in una meravigliosa giornata.

 

GITA N. 49   AI PIEDI DEL PIZZO NERO - ALPE BLETZA – ALPE SCHENA

AGOSTO 2021

Dislivello: 850 m. Tempo totale: 4 h 15’.

 

In una splendida giornata ci troviamo in quattro a Piedimulera e saliamo a Macugnaga, dove parcheggiamo un’auto a Pecetto. Con l’altra raggiungiamo il campo base di Isella, 1225. Una forte signora bada a tre anzianotti. La prima immagine del Rosa, in un mare di sole, è quella della luna piena poco sopra la Punta Nordend. La vecchia mulattiera nel bosco di faggi ci porta, in meno di mezz’ora, al Lago delle Fate, 1309, all’imbocco della Val Quarazza.

 

Questa valle, autentico gioiello dell’arco alpino, è oggetto da anni delle malsane attenzioni dell’homo idroelettricus e difficilmente resisterà. Il lago, che una volta veniva pulito periodicamente dall’enorme quantità di sabbia portata dal canale che preleva le “acque di ghiacciaio” del torrente Anza, si sta riempiendo di sabbia e, di questo passo, scomparirà presto. Anche qui, ovviamente, c’è la mano dell’homo idroelettricus.  

 

Al peggio non c’è limite e chi “calerà le braghe” sulla Val Quarazza se ne dovrà pentire. Anche alla capacità di autodistruzione dell’homo sapiens non c’è limite. Poco dopo il ristoro a bordo lago inizia, sulla destra, il sentiero B41a, evidente e ben segnato, che sale in presa diretta nel bosco, fra faggi e abeti. Passando da In d’Urstugu, 1530, in poco meno di un’ora raggiungiamo l’Alpe Bletza, 1687. E’ un luogo di fiabe, che scioccamente avevo sempre trascurato nei miei trascorsi giovanili a Macugnaga. Meglio tardi che mai! Nonostante un chiaro cartello di istruzioni sul comportamento da adottare in caso di incontri ravvicinati con i cani di protezione del gregge, per fortuna non ne incontriamo. Adoro i cani, ma questi mi fanno più paura dei lupi, anche se fanno un servizio indispensabile.

 

Qui non c’è acqua. Su di noi incombe il Pizzo Nero, 2738, dominato a sua volta a sud ovest dal Pizzo Bianco, 3215, che era la mia meta prediletta in gioventù. Vi ero salito da ogni parte, tranne, ovviamente, dalla parete sud. L’unica delle quattro cime della parete est che vediamo da qui è la Nordend. Dopo una breve pausa si prosegue la salita sull’evidente sentiero B41 che ci porta in quaranta minuti all’Alpe Schiena dei Bletz, 1984. Il panorama su Valle Anzasca e Valle Quarazza è bellissimo. C’è un bivacco della Sezione Cacciatori Macugnaga, aperto, ben tenuto, come deve essere. Pausa fotografica.

 

Di qui una traccia sale ancora, forse verso un ripetitore che si trova qualche centinaio di metri più in alto. E’ presto e proseguiamo fino a che la traccia scompare nei rododendri, a quota 2050. Questa è terra soltanto di prede e cacciatori, fuori dai percorsi escursionistici. Ridiscendiamo al bivacco e, di qui, all’Alpe Bletza (circa tre quarti d’ora). Dopo la pausa pranzo, sempre fortunatamente esenti dal test di comportamento con i cani da gregge, ci dirigiamo verso occidente lungo il bel sentiero B46 “In Memoria dei Nostri Cacciatori”, inaugurato nel 2002. Con passo molto tranquillo e sguardo attento ai rarissimi funghi emersi dalla siccità, passiamo da Schilt, dove oltrepassiamo il bivio per Ronco. Più avanti, a Usserbuord, poco prima del Lago Secco, scendiamo a Opaco, sempre sul bellissimo sentiero B46, molto ben tracciato su questo erto pendio.

 

Un breve tratto di strada sterrata ci porta al parcheggio della seggiovia di Pecetto. Abbiamo camminato un’ora e mezza da Bletza. Il Rosa ora è parzialmente nascosto dalle nuvole, ma qui è sempre imperante la grande bellezza.

  Gianpaolo Fabbri

IMG_20210826_104032.jpgIMG_20210826_095344.jpgIMG_20210826_104418.jpgIMG_20210826_133025.jpgIMG_20210826_104037.jpgIMG_20210826_104208.jpgIMG_20210826_104411.jpgIMG_20210826_081328.jpgIMG_20210826_141242.jpgIMG_20210826_095724.jpgIMG_20210826_131634.jpgIMG_20210826_104443.jpg