1

mostra castello

NOVARA - 27-10-2021 -- Sarà aperta da sabato, 30 ottobre, al Castello Visconteo Sforzesco di Novara, la mostra “Il mito di Venezia da Hayez alla Biennale”, curata da Elisabetta Chiodini, per celebrare i 1600 anni dalla fondazione di Venezia che la tradizione fissa il 25 marzo del 431.

Mets percorsi d’arte, la Fondazione Castello e il Comune di Novara, con il patrocinio della Comunità Europea, della Regione Piemonte e della Provincia di Novara presentano la mostra con 80 opere distribuite in otto sale per raccontare il mito della città lagunare da Francesco Hayez fino alla Biennale. Il percorso presenta una ricca selezione delle opere più importanti e spesso mai viste perché appartenenti a collezioni private.

Nella prima sala trova posto la pittura di “genere”, la più nobile delle pitture, con il capolavoro di Hayez intitolato “ Venere che scherza con due colombe” ed opere di Ludovico Lipparini, Matteo Pompeo Molmenti e Antonio Zona. Nella seconda sala trovano posto autori veneziani e non che hanno contribuito alla trasformazione del genere della veduta in quella del paesaggio, con opere di Ippolito Caffi, Domenico Bresalin, che fu anche tra i primi ad essere interessato alla fotografia.

 

Nelle sale a seguire trovano posto opere dedicate al lavoro, alla vita quotidiana, agli affetti familiari, alla pittura dal vero, con quadri di Giuseppe Favretto, Ettore Tito e Luigi Nono, con il meraviglioso e malinconico “Verso sera presso Polcenigo”.

E proprio a Luigi Nono è dedicata la settima sala, mentre nell’ottava ci sono le opere dei medesimi artisti realizzate tra la fine dell’ottocento ed i primi del Novecento, permeate da un cambio di gusto in seguito al confronto con pittori stranieri.

E’ una mostra ricca di opere importanti e di grande bellezza che racconta Venezia e l’evolversi della pittura dalla metà alla fine dell’Ottocento e dei fermenti che caratterizzano l’inizio del XX secolo.

La mostra resterà aperta fino al 13 marzo 2022, dal martedì alla domenica dalle 10 alle 19. Ingresso euro 12, biglietti acquistabili anche online  su Vivaticket.

Info: call center 882234

www.metsarte.it

 

Manuela Peroni Assandri