1

olzer roberto

CALASCA CASTIGLIONE - 08-10-2021 - È giunto al termine il restauro del monumentale organo della cattedrale tra i boschi di Calasca. Spiega il parroco don Fabrizo Cammelli: "Ormai fermo da decenni, il potente strumento è stato recuperato negli scorsi mesi dalla ditta Fratelli Marzi, una delle eccellenze artigiane del territorio cusiano, grazie al generoso sostegno dei fondi del 8x1000 della Chiesa Cattolica e della Fondazione CRT. Lo strumento era stato smontato e portato nel laboratorio nello scorso inverno ed è pronto a far sentire la sua voce. Lo farà con un grande concerto inaugurale sabato 16 ottobre alle ore 21.00. Il maestro Roberto Olzer, originario della Valle Anzasca, organista di fama mondiale, compositore, insegnante, concertista, farà emergere la potenza e la bellezza di questo strumento rimesso a nuovo. Un programma di musiche sacre e non che spaziano dal Settecento a oggi, allieterà i presenti. Durante la serata l’intervento di presentazione dei restauri e il ringraziamento agli enti benefattori di questa grande opera.

L’organo di Calasca è un Mentasti del 1880, dotato di 1706 canne, di cui 36 in legno, le altre in metallo. Il cattivo stato di conservazione e la rottura dei mantici, aveva ormai da anni fatto dimenticare il suo suono. Pochi calaschesi ricordano il bel suono che accompagnava le funzioni e le feste, animate dalla corale parrocchiale. Uno degli ultimi a suonarlo era stato don Severino, che tra le tante abilità aveva anche quella di suonare l’organo. Da oggi potrà tornare ad accompagnare le celebrazioni liturgiche e essere protagonista di concerti ed eventi musicali".