1

Schermata 2021 09 17 alle 12.02.56

VCO - 17-09-2021 - Dopo la pausa per pandemia tornano anche i tour operator. Un gruppo di otto operatori turistici provenienti da Francia, Germania, Olanda e USA stanno visitando in questi giorni i laghi Maggiore e d'Orta, le Valli Ossolane. Sono arrivati ieri, 16 settembre e resteranno fino a lunedì 20 per il loro incontro ravvicinato col territorio. Dopo la lunghissima pausa pandemica, tornano così le iniziative promosse dal Distretto dei laghi delle dedicate agli specialisti del settore turistico, le cosiddette "fam trip" abbreviazione di Familiarisation Trip (viaggio di familiarizzazione). Nello specifico il fam-trip in corso rappresenta il completamento di un progetto di promozione dell’incoming estero, attuato dal Distretto con l'agenzia di marketing Tourist Trend, e che nei mesi scorsi, quando era difficile se non impossibile viaggiare, s'è concretizzato con una serie di webinar dedicati al territorio e all'incontro virtuale tra questi operatori e coloro che sul territorio lavorano in ambito turistico: alberghi, attrazioni, musei, agenzie viaggio e trasporti ecc.
Gli operatori del fam trip in corso in questi giorni sono stati selezionati tra i partecipanti più virtuosi agli incontri online, che si sono cioè contraddistinti per interesse e presenza costante. Si occupano tutti di turismo del tempo libero, inoltre uno di loro è operatore del segmento congressuale. In queste cinque giornate di tour, si muoveranno tra le perle del Golfo Borromeo e il capoluogo verbanese, per poi spostarsi in Ossola all’Alpe Devero e ancora tra le vigne del Prunent, fresche di vendemmia, sino alle alte vette di San Domenico. Il tour culminerà sul Lago d’Orta e i suoi borghi. I temi focus del tour sono le imperdibili ville e giardini, le esperienze outdoor - a piedi o in sella ad un’ebike – e naturalmente il più tipico food&wine. Non mancheranno gli appuntamenti presso strutture ricettive e produttori. Il fil rouge di tutto è però il movimento lento, la vacanza autentica e sostenibile.

“In questo periodo particolare - commenta il presidente del Distretto Francesco Gaiardelli - la formula ibrida ad oggi più congeniale per gli eventi turistici trade, prevedendo l’accoppiata di meeting virtuali con educational tour in presenza, rappresenta certamente uno stimolo positivo per la promozione turistica del territorio, per dare nuovo slancio all’economia locale ma anche - più in generale - per valorizzare il brand Piemonte, di cui ci sentiamo parte forte e integrante, al di fuori dei confini nazionali”.