1

erminio 1920 780x470

VERBANIA - 04-09-2021 - Quando nell'ottobre scorso si sparse la notizia che quell'alpinista caduto nel vuoto dalla cresta nord-ovest del Pizzo Marona era Erminio Ferrari, nei tanti amici che apprezzavano l'uomo e l'alpinista, lo scrittore e il giornalista si fece largo, assieme al rimpianto, il desiderio di restituirgli, almeno col ricordo, il tempo che s'era lasciato avanti. E morire così, a 62 anni, di tempo davanti ne lascia tanto, troppo. Di tanti il desiderio di ricordare assieme all'uomo, le sue parole che tanto bene avevano raccontato la montagna e i suoi uomini. Tra i primi ad annunciare un ricordo per il giornalista e scrittore furono gli organizzatori del festival LetterAltura che, tenendo fede alla promessa, hanno organizzato per domenica 5 settembre una giornata dedicata a Erminio Ferrari, che del Festival era peraltro vecchio amico.

Si comincia al mattino. Con partenza alle ore 9.30 da Piancavallo, sarà possibile addentrarsi a passo lento lungo il sentiero che collega il Monte Morissolo all'Alpe Colle. Nel pomeriggio proprio all'Alpe Colle si terrà l'atteso convegno in ricordo di Erminio Ferrari, in collaborazione e presso la Libreria Spalavera. Guidati dal coordinatore delle attività culturali dell'Associazione LetterAltura, Michele Airoldi si alterneranno Paolo Crosa Lenz, Bepi De Marzi, Stefano Guerra, Pieranna Margaroli, Gianmaria Ottolini, Matteo Terzaghi e Teresio Valsesia nel ricordo del narratore, del giornalista, delll'editore, del traduttore, dell'amico recentemente scomparso.

Informazioni e prenotazioni su: https://www.associazioneletteraltura.com/prodotto/aspettando-il-festival-ricordo-di-erminio-ferrari/