1

WhatsApp Image 2021 08 21 at 09.08.52

SANTA MARIA MAGGIORE - 21-08-2021 - Oltre 400 personehanno assistito ieri sera all'incontro con don Luigi Ciotti, nella cornice di Villa Antonia. Per la prima volta a Sentieri e Pensieri, don Ciotti in dialogo con il referente di Libera Vco, Lorenzo Bologna, ha scosso le coscienze del folto pubblico, con le sue veementi parole piene di profondità. Il fondatore di Libera e del Gruppo Abele, ha affrontato vari argomenti, dalle battaglie politiche all'ergastolo, parlando delle sue lotte a fianco dei più fragili, fino alla figura delle donne. 
"Le donne sono grandi protagoniste. dentro le organizzazioni mafiose anni fa non l'avremmo mai detto ma oggi c'é una rivoluzione di donne che dicono basta a quei codici mafiosi" ha detto dal palco, don Ciotti. A suo dire si  é aperta una breccia impensabile grazie ala cultura e al lavoro nelle scuole, nelle università.
"C'é una rivoluzione di donne. Penso alle tante donne che vengono mortificante e si  nascondono non solo a Kabul ma anche in ogni parte del mondo.
Bisogna guardare il futuro ma non attenderlo, arroccati" ha precisato il sacerdote il cui compito é di smuovere la gente, seminare speranza, attraverso la cultura e l'educazione. Ne parla anche nel libro "L'amore non basta" (Giunti) presentato alla nona edizione di Sentieri e Pensieri.

Elisa Pozzoli