1

oreste primatesta

MOTTARONE - 08-08-2021 -- Il Lago d’Orta Wine Festival dopo un anno di stop a causa della pandemia cambia location, si arricchisce e diventa Nord Piemonte Wine&Street-food festival.
L’evento, in programma per il 29 e 30 agosto, si sposterà al Mottarone una scelta importante, questa, che testimonia vicinanza concreta al settore ricettivo che, dopo il tragico incidente della funivia, vive un periodo di crisi durissima, con un crollo verticale del turismo.


Con la scelta di portare al Mottarone questa manifestazione che negli anni scorsi ha sempre richiamato moltissime persone e ha regalato alle stesse una vera e propria esperienza tra eventi, degustazioni, prodotti tipici e la partecipazione delle migliori e più importanti cantine del territorio, Oreste Primatesta (nella foto) si schiera dalla parte del territorio e delle attività del Mottarone e lo fa in modo autentico, non solo a parole ma con i fatti.


“Dobbiamo e vogliamo dare un segno di unità e reazione -dichiara il presidente dell’Unione Turistica Lago d’Orta in una recente nota stampa-. Abbiamo deciso di trasferire il nostro wine festival sulla vetta del Mottarone: un’edizione di prova, poi si vedrà se potrà divenire una sede definitiva o se percorreremo la strada di un evento itinerante nel Cusio. Di certo, quest’anno è importante esserci ed essere vicini agli operatori della filiera turistica sul Mottarone: gli associati all’Unione ci hanno chiesto a gran voce un simile evento e abbiamo voluto fare le cose per bene. Coinvolgendo innanzitutto il Distretto Turistico dei Laghi guidato da Francesco Gaiardelli, di cui sono io stesso vicepresidente: l’adesione è stata immediata e lo ringrazio. E, non da ultimo, voglio citare Fabrizio Bertoletti, ristoratore-albergatore che opera proprio in vetta al Mottarone, grazie al cui impegno in prima persona sta nascendo l’evento di quest’anno”.


Particolare,  e assolutamente non casuale, la scelta delle date della manifestazione: il 29 e 30 agosto, non il classico fine settimana: “Abbiamo pensato ad un festival che si protrae da domenica a lunedì, in modo da dare modo anche a molti ristoratori che osservano il turno di riposo dopo il weekend di incontrare gli operatori del food che vorranno essere presenti -specifica Primatesta-”.


Come nelle passate edizioni protagoniste saranno cantine del Nord Ovest del Piemonte ma quest’anno il festival si arricchirà anche di proposte del mondo del cibo, in particolare quello da strada; non mancheranno le imprese agricole e un’attenzione particolare sarà riservata al chilometro zero: “ Sarà un festival davvero avvitato nel cuore del Piemonte gastronomico tra le province di Novara e Verbania, con anche uno sguardo alle vicine terre valsesiane, biellesi e vercellesi  - conclude Primatesta”.


L’appuntamento sarà nel piazzale antistante la stazione della funivia ora chiusa; per facilitare l’arrivo dei partecipanti saranno messi a disposizione bus navetta in partenza da Stresa e Armeno e sarà ovviamente sempre possibile salire al Mottarone con mezzi propri.

 

r.a.