1

pizzi falciola dePaoli zanetta

DOMODOSSOLA- 29-07-2021-- Questa mattina ai piedi della salita del percorso devozionale del Sacro Monte Calvario di Domodossola, il sindaco Lucio Pizzi e l’assessore ai Lavori Pubblici Franco Falciola insieme a Francesca Zanetta di Fondazione Cariplo e Maurizio De Paoli, vice presidente dei Sacri Monti hanno consegnato i lavori relativi al progetto “Dal Borgo della Cultura al Sacro Monte Calvario, Patrimonio UNESCO”. Un sogno che si realizza per l'amministrazione Pizzi.


" È stato un accordo di programma importantissimo che ha visto la compartecipazione di più soggetti. È un progetto che vede la valorizzazione del percorso devozionale, il collegamento del centro della città al nostro Sacro Monte. Un progetto di più di tre milioni di euro che impatterà sicuramente molto anche sotto l'aspetto turistico" ha detto il primo cittadino.
Sì tratta di un progetto di oltre tre milioni di euro in parte finanziato nel 2019 dalla Fondazione Cariplo (1 milione e 100 mila euro) per i bandi emblematici mentre la rimanente cifra proviene da fondi propri del Comune di Domodossola. È un rinnovo del percorso che dal centro città giunge fino alla partenza della Via Crucis che porta al Sacro Monte Calvario.

 

I lavori sarebbero dovuti partire l'autunno scorso, ma sono poi slittati a causa del Covid 19. Si è deciso rispetto alla valutazione iniziale di invertire il percorso per non impattare sui dehors delle attività di via Rosmini e quindi di partire dal fondo della via Mattarella, per arrivare fino a Piazza Tibaldi e poi l'anno prossimo partirà l'altra parte dei lavori che guarda all'altro lato del borgo della cultura cioè via Marconi e via Binda. " È stato un lavoro di grande sinergia perché ha visto partecipi il comune, la Sovrintendenza, i padri rosminiani, l'ente di gestione dei parchi e questo è stato un lavoro collegiale che ha portato alla redazione di un progetto che oggi consegniamo e di cui siamo fieri" ha detto l'assessore Falciola.

 

L'intervento vede la riqualificazione viabilistica dal punto di vista della pavimentazione dei percorsi per l'abbattimento delle barriere architettoniche, la riqualificazione della piantumazione ( sulla via Rosmini verrà tolta la piantumazione esistente e verrà riproposto quello che è il doppio filare come lo era alle origini).
Sono partiti contemporaneamente anche i lavori di restauro della seconda cappella, che è una delle cappelle più importanti dal punto di vista artistico ma in una situazione di grave degrado per via dell'umidità. Le statue sono quasi tutte realizzate dal Bussola o dai suoi alunni.

Elisa Pozzoli