1

UniversiCa Druogno

DRUOGNO – 13-07-2021 -- Dal 17 luglio riapre il Polo museale UniversiCà di Druogno in Val Vigezzo, tra i più grandi siti tematici dell’Alto Piemonte. Quest’anno saranno proposte esclusivamente visite guidate con gli operatori della Fondazione UniversiCà e con un antropologo, per una maggiore immersione del pubblico nei percorsi. Il museo, situato nell’ala est della ex-colonia montana è comodamente raggiungibile anche con la  caratteristica Ferrovia Vigezzina, con la stazione di Druogno proprio di fronte alla struttura.

La prenotazione è obbligatoria al numero 0322.65182 o rivolgendosi all’Ufficio turistico di Druogno entro le ore 12.30, con visite alle 15 e alle 17 nei giorni: 17, 18, 24, 25, 26, 27, 28, 29, 30, 31 luglio; 1, 2, 3, 4, 5, 6, 21, 22, 28, 29 agosto; 4, 5, 11, 12, 18, 19, 25, 26 settembre. Dal 7 al 15 agosto invece il Museo sarà aperto tutti i giorni dalle ore 15 alle 18 senza prenotazione.

GLI EVENTI DI ME.MO.

Torna il cartellone di “Me.Mo Memorie e Montagne” tra presentazioni, incontri e conferenze. Il 31 luglio lo storico del clima Luca Dal Bello terrà un focus sui cambiamenti climatici che hanno interessato il territorio con “Siamo in tempo?”. Venerdì 13 agosto l’incontro “Quando cani e lupi divennero Re” con l’antropologo Luca Ciurleo che traccerà un excursus sulle tradizioni, dal Carnevale di Piedimulera e Vogogna alla messa del lupo in Val Strona. Sabato 14 invece “Dal Crodino alle Crodine” con l’evoluzione della cucina locale e la nascita di nuovi prodotti. Gli appuntamenti avranno inizio alle ore 15 cui seguirà la visita guidata al Museo.

MOSTRA “LE DUE FACCE DEI PAVESI”

Dal 7 al 15 agosto, al Polo museale UniversiCà la mostra di pittura “Le due facce dei Pavesi” con le opere di Ugo Pavesi e Gianluca Pavesi. Si tratta di padre e figlio, ossolani, uno paesaggista e l’altro ritrattista che ha appreso le tecniche impressionistiche dal padre. L’iniziativa vuole rimarcare l’intenzione di valorizzare la produzione artistica del territorio soprattutto riservando uno spazio dedicato a pittori locali. Sabato 7 agosto, in occasione dell’apertura della temporanea è prevista una presentazione.

I DUE PERCORSI MULTIMEDIALI

Il Museo propone due percorsi stabili. Il primo è un allestimento che occupa 1.000 mq ed è dedicato alla civiltà alpina; qui sono proposte le atmosfere d’antan in un coinvolgente mix tra ricostruzioni di ambienti, oggetti della tradizione, gigantografie, filmati tematici, testimonianze ed esperienze multimediali. A fare da guida virtuale dalla nascita del Museo (affiancandosi agli operatori della Fondazione) la voce e l’immagine dello scrittore vigezzino Benito Mazzi. Il secondo percorso tematico è “Geo d’Etica”. Si tratta di una mostra su geografia e cartografia, realizzata in collaborazione con il prestigioso Archivio Storico dell’Istituto Geografico De Agostini. Un articolato

Fondazione UniversiCà

percorso che racconta l’evoluzione del mestiere del cartografo, con realtà che a partire dall’Alto Piemonte sono diventate di massima importanza a livello mondiale. Qui video-testimonianze, suggestioni multimediali, pietre litografiche e preziosi oggetti originali, stimolano la curiosità del pubblico per rispondere a molteplici interrogativi sul mondo della geografia antica e moderna.

Per le sue modalità di concezione, la visita al polo è indicata per tutta la famiglia. Il biglietto di ingresso è di 5 euro (inclusa visita guidata e accesso agli eventi e alle mostre). Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito www.universica.it. (c.s)