1

WhatsApp Image 2021 06 29 at 08.47.05

DOMODOSSOLA – 29 – 06- 2021 - È stata presentata ieri sera nell’antica chiesa di San Quirico a Domodossola l’edizione 2021 di “Oxilia” il festival di teatro e musica organizzato dalla Compagnia dell’Ozio e dalla Cappella Musicale del Sacro Monte Calvario. Con i suoi diciannove appuntamenti fra il 4 luglio e il 25 agosto la rassegna coinvolgerà tutto il territorio ossolano, da Varzo a Vanzone, da Santa Maria Maggiore a Piedimulera, da Bognanco a Cardezza. Si inizierà domenica 4 luglio alle 21,15 con il tradizionale “Concerto di San Quirico”; nella preziosa chiesetta alle pendici del Colle di Mattarella il soprano Federica Napoletani, il mezzo soprano Candice Karmalt, la Camerata Strumentale di San Quirico e il Convivio Rinascimentale presenteranno musiche di Vivaldi, Caldara, Hasse, Couperin, Graupner. Il primo appuntamento teatrale sarà a Varzo sabato 10 luglio, sulla scalinata della chiesa parrocchiale, con “Le allegre comari di Windsor” di William Shakespeare, traduzione e adattamento di Matteo Minetti, regia di Luca Savani per una produzione di Oxilia Festival. Artisti locali e non solo; fra i nomi più importanti spicca quello di Enrico Beruschi, protagonista insieme con i cantanti del Teatro Regio di Torino de “La Traviata secondo Beruschi”, lunedì 9 agosto al Sacro Monte Calvario di Domodossola. Alla conferenza stampa di presentazione di Oxilia 2021, insieme ad Adriano Alberti Giani per la Cappella Musicale e Matteo Minetti per la Compagnia dell’Ozio erano presenti Antonio Pagani, presidente della Fondazione Paola Ruminelli e Maurizio De Paoli, presidente della Fondazione Comunitaria del VCO, entrambe sostenitrici del festival. Pagani ha evidenziato l’importanza di una manifestazione come Oxilia, che valorizza il Sacro Monte Calvario con molti suoi appuntamenti: questo ha convinto la fondazione Ruminelli, che ha un suo programma di manifestazioni culturali per il prossimo autunno, a dare il suo sostegno a questa rassegna, privilegiandola rispetto a molte altre iniziative che pure l’avevano chiesto. Anche De Paoli ha accennato al grande numero di iniziative messe in campo da soggetti diversi, rimarcando il fatto che molto spesso ciascuno opera per conto suo, indipendentemente dagli altri, mentre mettendo insieme le forze si potrebbero ottenere risultati migliori. Tutte le informazioni sul festival si possono trovare sul sito www.oxilia.it