1

Megolocaduti monumento fiori

MEGOLO- 14-02-2021--Ricorrenza con modalità particolari, conseguenza delle misure di prevenzione e contenimento della pandemia da Covid19, anche per il 77° di quella che è passata alla storia come la Battaglia di Megolo.

Domenica 13 febbraio 1944 al Cortavolo, località posta poco sopra Megolo mezzo, frazione di Pieve Vergonte, ebbe luogo lo scontro a fuoco tra la formazione partigiana del capitano Filippo Beltrami - una delle prime che erano nate dopo l’armistizio dell’8/09/1943 fra Cusio ed Ossola - ed un forte contingente di truppa tedesca e fascista.

Nel corso della battaglia furono uccisi Carlo Antibo, il capitano Filippo Maria Beltrami che comandava la formazione, Bassano Paolo Bressani, Aldo Carletti, Gianni Citterio, Angelo Clavena, Bartolomeo Creola, Antonio Di Dio, Cornelio Gorla, Paolo Marino, Gaspare Pajetta ed Elio Toninelli.

Se militarmente lo scontro appare come una sconfitta per il movimento partigiano, in realtà l’evento ebbe una grande valenza perché fu la dimostrazione che in Italia  e nell’allora alto Novarese esistevano persone che pur partendo da valori e ideologie differenti, erano accomunate dal fatto di non essere disposte a cedere all’oppressione nazifascista, accettando una battaglia pur nella consapevolezza della disparità di forze, per ridare dignità al Paese dopo un ventennio di dittatura e la tragedia della guerra voluta dal regime di Mussolini.

Il ricordo della battaglia di Megolo si è aperto  alle 10.00 di sabato 13 febbraio con la Messa nella chiesa di Cireggio e la deposizione di un omaggio floreale al monumento a Beltrami  e poi alla tomba del Capitano, alle 17.00  invece celebrazione nella chiesa di San Lorenzo a Megolo.

Un’altra funzione religiosa è in programma domenica 14 febbraio presso la Chiesa collegiata di Sant'Ambrogio ad Omegna alle 10.30, mentre nel pomeriggio a Megolo alle 15.00, deposizione da parte dei rappresentanti delle istituzioni di omaggi floreali al monumento del Cortavolo e al cimitero della frazione pievese dove riposano le spoglie di alcuni Caduti della battaglia.

Sabato 13  dalle ore 14.30 alle ore 19.00 e domenica 14 dalle ore 09.00 alle ore 18.00 rimarrà aperta la Casa Museo di Megolo, con possibilità visita allo spazio museale.

Le commemorazioni ufficiali avverranno, a partire da sabato 13 febbraio, sul nuovo canale YouTube dell’ANPI di Omegna, Link per la visualizzazione:

Orazione ufficiale, tenuta da Enrico Pagano, Direttore scientifico dell’Istituto per la Storia della Resistenza e della Società contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia.

https://www.youtube.com/watch?v=jyRAJzhOggk

Interventi istituzionali:

Sindaco di Omegna Paolo Marchioni

https://www.youtube.com/watch?v=j-ZGuJFayEY

Sindaco Pieve Vergonte Maria Grazia Medali

https://www.youtube.com/watch?v=4q6QHzJHhQ8