1

fiocco hotel 1

BAVENO - 16-11-2020 -- A giugno, quando finito il lockdown,

il turismo timidamente s’affacciava sui mercati dopo la pandemia, sulle facciate dell’hotel Splendid di Baveno comparve un maxi-fiocco rosso a impacchettare l’unico albergo della catena Zacchera hotels aperto. Ora, cinque mesi dopo, i fiocchi raddoppiano e, nel pieno della seconda ondata, valgono come pensiero positivo e come simbolo della speranza che il 2021 porti davvero un regalo a tutti.

Da metà novembre al Grand hotel Dino di Baveno e all’hotel Bristol di Stresa, la proprietà della catena turistica del Lago Maggiore ha proposto nuovamente le installazioni con il fiocco e con un’illuminazione artistica. “Questi grandi fiocchi rossi, che rendono i nostri alberghi come una sorta di ‘pacco regalo’, hanno lo scopo di infondere fiducia, in un momento difficile, e un outlook positivo per il 2021 – afferma Antonio Zacchera, Ceo di Zacchera Hotels –. Il messaggio che vogliamo diffondere con le nostre installazioni è anche di marketing: nel 2021 regalati una vacanza alla Zacchera Hotels”.

L’ottimismo potrebbe sembrare esagerato dopo una stagione che è stata, di fatto, azzerata e che ha visto la quasi totalità degli alberghi restare chiusa. Ma è in linea con le azioni che la società ha promosso durante il lockdown: il flash mob con le luci accese degli alberghi, dei ristoranti e delle Isole il giorno in cui era prevista l’apertura della stagione turistica; il già citato fiocco allo Splendid; l’organizzazione del Baveno italiana Grand prix di motonautica in ottobre; la pubblicazione sui più importanti media nazionali degli appelli alla politica affinché tutelasse l’industria turistica; i sette quintali di generi alimentari donati alla Caritas.

fiocco hotel 2