1

peschiera ct

CASTELLETTO TICINO -- 09-09-2020 -- Nel mese di giugno

a Castelletto Ticino si è costituito il Comitato  ‘Amici della Peschiera’ che si propone di promuovere la ristrutturazione della peschiera di Dorbiè o San Maurizio quale testimone di un’attività, la pesca, importante tanto nel passato quanto nel presente quindi nella tradizione castellettese, iscrivendola ai ‘luoghi del cuore’ del FAI, Fondo Ambientale Italiano.

Il Comitato, promosso da Guido Lovisolo, è sostenuto da un gruppo cittadini tra cui: Adriano Fanchini, già assessore all’ambiente del Comune di Castelletto Sopra Ticino, dell’allora Parco Naturale della Valle del Ticino e pescatore, Giuseppina e Sergio Paracchini e Rina Paola Belotti  rappresentanti delle famiglie che hanno avuto la concessione di utilizzo della peschiera e Ornella Bertoldini, autrice del libro  “L’ultima peschiera, storia e storie sulla pesca delle anguille a Castelletto Sopra Ticino”.
Visto l’interesse storico, naturalistico e turistico del manufatto, l’iniziativa del Comitato ‘Amici della Peschiera’ ha ottenuto il patrocinio non oneroso da parte del Comune di Castelletto e dell’Ente di Gestione delle Aree Protette del Ticino e del Lago Maggiore.  


Il recupero della peschiera, riporterebbe infatti alla sua struttura originale  un  “monumento” della cultura materiale non solo locale ma del Ticino, che proprio in questo luogo lascia il lago per tornare fiume con tutte la sua storia e le sue storie, affascinanti testimoni di un passato che attraverso la pesca ritorna ad essere attuale.


Una forte aspettativa per un’iniziativa sollecitata da più parti,  che tiene conto dell’interesse sportivo per la pesca, della sempre crescente domanda di turismo ‘open air’ e cicloturismo lungo le sponde del Ticino e,  non ultimo, dell’aspetto didattico che potrebbe aprirsi, a lavori ultimati, a interessanti esprimenti di pesca direttamente sulla peschiera e sull’evoluzione della fauna ittiologica.


 “L’interesse sempre manifestato da parte di tante persone, non solo castellettesi e non solo pescatori, per ridare alla peschiera il suo assetto iniziale ci auguriamo sia determinante per un recupero tanto atteso. - è il commento del Comitato - Alla loro sensibilità oggi si aggiunge il FAI, che ringraziamo per avere  accolto la peschiera tra i  “Luoghi del cuore”.
Per la votazione, che si chiuderà a fine dicembre, è sufficiente un semplice clic sul sito  https://www.fondoambiente.it/il-fai/grandi-campagne/i-luoghi-del-cuore/ inserendo ‘Peschiera di Dorbiè’.

 

comitato ct