1

tanza trocadero sorriso

DOMODOSSOLA- 25-08-2020-- Tiziano "Tanza" Tanzarella,

storico dj e proprietario della discoteca Trocadero di Domodossola, continua la sua forma di protesta e sensibilizzazione verso il Governo a favore dei gestori delle discoteche rimanendo a vivere nella sua consolle, dove si appresta a trascorrere la seconda notte, tra amici che lo vanno a trovare e dirette social. Ma anche tante interviste coi media e colloqui con persone e politici che lo possono aiutare: "La prima notte è andata bene- spiega Tanza- ed anche la mia opera di sensibilizzazione sta andando bene, meglio quasi di quanto potevo pensare prima di farla.

Ieri è stato il momento dell'aiuto dei mass media, locali e non, che mi hamno permesso di dare visibilità a questa cosa e di incassare la vicinanza di tante persone da cui ho ricevuto sostegno sia come commenti o anche con pensieri, con cibo e cose che mi portanto qui. Mi rendo conto che se ne sta parlando molto, ieri c'è stato un servizio su Rai Tre, oggi mi hanno chiamato anche da Lugano, siamo usciti dai confini.

Iniziamo a vedere i risultati, stamane ho sentito l'onorevole Enrico Borghi, che si sta interssando alla cosa, poi la deputata Mirella Cristina che ha usato la mia vicenda come spunto a livello nazionale, e stamane è venuto il capogruppo leghista in regione Alberto Preioni che mi ha collegato al telefono col presidente del Piemonte Alberto Cirio. Gli ho parlato per una decina di minuti, ho spiegato bene i numeri, che è la cosa più importante, non voglio che il sostegno alla categoria si riduca a un contributo a fondo perso.

Cirio si è dimostrato sensibile, sapeva già alcune cose e ne ha sapute altre. Nel prossimo decreto di settembre ci sarà un paragrafo per i locali pubblici, tra Regioni stanno già parlando ed è positivo che la Regione Emila Romagna, che è vicina politicamente al Governo, ha tanti locali come il mio. Sono contento perchè volevo arrivare dove si decide, a ci sto arrivando. Continuerò a restare qui sino a quando il Ministro per lo sviluppo economico Patuanelli, che si siederà al tavolo col sindacato dei locali notturni, riceverà i miei suggerimenti, che ci paghino le spese vive per i locali chiusi, basterebbe far vedere le pezze giustifcative delle spese. Oppure avere una percentuale sul mancato fatturato dell'anno prima, senza fare calcoli complessi.

La mia missione è faregli sapere, poi spero che quando saprà dia il suo contributo. Discoteca chiusa e nessun aiuto non sta in piedi, o discoteca aperta, oppure discoteca chiusa ed un aiuto".