1

limidario

VERBANIA – 05-02-2020 – Iniziano questa sera

con il primo dei due incontri del mini-ciclo invernale i “Caffè in vetta” del Cai Verbano. Nella sede di vicolo del Moretto, a Intra, alle ore 21 si tiene la presentazione de “L’inferno sulla vetta”. È il racconto che Paolo Mazzarello fa di un fatto vero, la drammatica ascesa al monte Limidario (nella foto), sopra Cannobio, al confine con la Svizzera, che fecero il 24 settembre del 1896 i fratelli Raffaello e Alfonso Zoja. Colti da una tormenta, tentarono di ritornare ma persero la vita su questa vetta di confine nota, in Svizzera, con il nome di Gridone.

La rassegna, giunta alla tredicesima edizione, si compone di quattro appuntamenti culturali tutti legati al territorio e alle montagne. Due vanno in scena in inverno, gli altri in autunno. Dopo l’incontro odierno, il 4 marzo Luca Bonavia presenterà “Cronache di archeologia corale”, serata in musica con canti walser della tradizione ossolana. Dopo la pausa estiva, il 18 settembre sarà la volta di “Caccia all’uomo in Val Grande” di Beppe Codini; l’11 novembre l’ultimo incontro con Alberto Paleari e “L’alpe Devero fra sogni e ricordi”.