1

battello milano

VERBANIA – 31.01.2020 – Ci sono voluti 75 anni

ma, alla fine, la tragedia del battello Milano è diventato un fatto storico, condiviso e da ricordare. Questa sera a Villa Giulia, alle ore 21, si tiene l’appuntamento organizzato dal Comitato 10 febbraio con il patrocinio del Comune per far conoscere i fatti del 25 settembre 1944, quando un piroscafo della Navigazione Lago Maggiore in servizio sulla tratta Laveno-Intra, fu mitragliato e seriamente danneggiato dagli aerei alleati. L’imbarcazione, sulla quale viaggiavano decine e decine di persone andò alla deriva, giunse a Pallanza dove sbarcò i feriti, poi si inabissò. Quel giorno, secondo i dati ufficiali, morirono 26 persone, 12 civili e 14 militari della Repubblica sociale italiana. Per anni il ricordo di questa tragedia è stato legato a quello dei militari repubblichini. Ora lo sarà di tutti. La serata, che vede la collaborazione del comando provinciale dei vigili del fuoco e del comune di Verbania, vedrà la proiezione di filmati d’epoca del 1944 e di quelli del 2007, quando una squadra di sommozzatori dei vigili del fuoco identificò il relitto.