1

one shot scaciga maestrini mix

DOMODOSSOLA- 28-07-2019- Era dal 2006  che la coppia di artisti ossolani Stefano Maestrini e Michele Scaciga non esponeva più insieme. Lo hanno fatto ieri, in occasione della mostra evento "One Shot", ospitata nella sala della Soms di Domodossola. Circa una trentina le opere esposte, solo per un giorno ( da qui il titolo  " One Shot"), tra dialoghi d' arte con i due pittori e una performance dal vivo di Zen Action Painting, nella quale Maestrini, davanti al pubblico, ha creato in un solo gesto un' opera. I due cugini lavorano da oltre due decenni nel campo delle arti visive: Scaciga é anche  ideatore  di soluzioni per creare video-arte e videogame interattivi per scopi didattici e ha esposto con la prestigiosa associazione culturale svizzera Kunstverein Obervallis, mentre l' evoluzione pittorica di Maestrini lo ha portato dalla pittura a olio figurativa e astratta all' acquarello semplificato per giungere all' essenza estetica. Michele Scaciga quest' anno si é dedicato alla pittura astratta e Stefano Maestrini allo stile ensò realizzato con inchiostro su carta. Scaciga  propone in questa mostra opere astratte create in base alla regola della sezione aurea e ai suoi studi sul colore iniziati nel 2006. Maestrini ha prodotto invece  opere su carta in stile giapponese eseguite con un unico gesto pittorico senza cambiamenti e correzioni.   La maggior parte delle opere di Maestrini richiamano un genere di pittura simbolica che si sviluppó in Cina e si affinò successivamente in Giappone con " Il Cerchio dell' Illuminazione" detto Ensò. I due artisti, ringraziando la Soms per l'ospitalità, hanno evidenziato che a Domossola, da cinque anni a questa parte, non vi sono più spazi  espositivi aperti agli artisti locali contemporanei, augurandosi che l'amministrazione dimostri sensibilità nei confronti del vivace ambiente artistico ossolano.

Elisa Pozzoli