1

Balma dei cervi pitture rupestri

DOMODOSSOLA - 13-05-2019 - Proseguono gli incontri

di “Cultura, storia e arte per l'Ossola”, il ciclo di conferenze a carattere divulgativo pensate per l'Ossola organizzate dall'Associazione Culturale Mario Ruminelli nei prossimi mesi su temi culturali di carattere generale e locale e a supporto di eventi e mostre in programma nei prossimi mesi a Domodossola.

Il secondo evento è in calendario giovedì 16 maggio, alle ore 17, nella Sala Falcioni (ex-Cappella Mellerio): l'incontro, dedicato alla Balma dei Cervi di Crodo, sarà affidato al team che sta conducendo gli studi scientifici su questo sito situato in Valle Antigorio. Al tavolo dei relatori siederanno Francesco Rubat Borel, della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio, Andrea Arcà e Angelo Eugenio Fossati della Cooperativa Archeologica Le Orme dell’Uomo, membri dell’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria, archeologi con esperienza più che trentennale nello studio dell'arte rupestre in Italia e nel mondo.

L'appuntamento sarà l'occasione per un viaggio virtuale tra rari reperti preistorici che costituiscono le più straordinarie pitture rupestri di tutto l'arco alpino, scoperte nel 2012 su una parete rocciosa. Il riparo che ospita le pitture (una quarantina di figure dipinte in rosso) è parte di una serie di balme alla base di una ripida costa rocciosa lunga alcune centinaia di metri. Le pitture sono preliminarmente databili a momenti avanzati del Neolitico e all'età del Rame.

Nel corso della serata verrà inoltre presentato il Museo Virtuale della Balma dei Cervi, integralmente consultabile online, realizzato con le più moderne tecnologie proprio per ovviare alla difficoltà di accesso alla località in cui sono stati scoperti questi reperti.

Altri incontri sono già in programma per il prossimo autunno: a ottobre sono previste tre conferenze a supporto della Mostra sul Futurismo che sarà ospitata a Palazzo San Francesco di Domodossola dal mese di giugno sino a novembre.