1

Sacro Monte di Domodossola

DOMODOSSOLA - 22-03-2019 - Tutti conoscono il Sacro Monte Calvario, tutti sanno che è un sito patrimonio dell'Umanità ma non tutti probabilmente ne conoscono appieno storia, storie e segreti. Le Giornate Fai di Primavera che quest'anno concentrano al Calvario le iniziative nel VCO possono rappresentare l'occasione buona per rimediare. La manifestazione, che coinvolge 480 località il tutto il Bel Paese con 1100 luoghi della cultura aperti alle visite guidate, propone a Domo stato e domenica due differenti itinerari: "Vita narrata di Kaspar Stockalper, un re in esilio…" e visite guidate lungo un percorso che include: Cappelle, Santuario, Giardini Castello di Mattarella, Refettorio e Camera Beato Rosmini, Via Crucis.
Tornano gli Apprendisti ciceroni, quest'anno gli studenti dell'Istituto "Antonio Rosmini" (classi IV e V elementare, classi I II e III scuola media inferiore, classi I II III e IV liceo)
L'apertura a cura della delegazione FAI del Verbano-Cusio-Ossola si dipana nelle due giornate dalle 10 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17.30, domenica alle 18 (info  
3404980862).
Alla scoperta di Kaspar Stockalper
Valentina Bianchi e Umberto De Petri, supportati dai giovanissimi Ciceroni racconteranno presso la Sacra Casa di Loreto ai visitatori le vicende travagliate del barone Stockalper.
"Nato a Briga il 14 luglio del 1609. Giovanissimo divenne notaio e scrivano pubblico, mostrando un innato senso commerciale che lo rese il più influente imprenditore e uomo politico del Vallese. Fu maître du sel detenendo il monopolio del sale, rivitalizzò il passo del Sempione sistemando la mulattiera medievale, costruendo l’ospizio e la torre di Gondo e creando un sistema postale fisso. Tra il 1652 il 1670 ricoprì il ruolo di Cancelliere di Stato ma nel 1679 venne accusato di alto tradimento dai suoi oppositori. Costretto all’esilio riparò a Domodossola, città di cui era cittadino onorario per i suoi meriti e benemerenze nei confronti del borgo e dell’intera Ossola. Il barone Stockalper, religiosissimo, decise qui di finanziare il progetto di costruzione del Sacro Monte Calvario e proprio in quel luogo fece costruire anche una grande abitazione. Nel 1685, alla morte di uno dei suoi avversari politici, decise di riprendere il suo posto in patria dove morì nel 1691".

Inziative speciali

Sabato ore 15,00 - domenica ore 11,00 e ore 15,00: Bagno Sonoro con le Campane Tibetane a cura di Marina Ferrara. Domenica: personale dell’Ente Parco parlerà delle caratteristiche naturalistiche della Riserva e i referenti dell’Associazione Forti Insieme illustreranno la gestione degli orti del versante sud. Alle ore 18,15: Concerto a cura della Cappella Musicale del Sacro Monte, al violoncello Andrea Pecelli e al pianoforte Federica Zoppis, musiche di J.Brahms.
Funzioni religiose: alle ore 10,00 Santa Messa al Santuario. Alle ore 15,00 Via Crucis con partenza ai piedi del Colle Mattarella presso la prima Cappella, con arrivo al Santuario del Santissimo Crocifisso dove intorno alle ore 16,30 verrà celebrata la Santa Messa.
Possibilità di prenotazione esclusivamente per l'intervento in lingua inglese del Rettore Don Pierluigi Giroli presso il Santuario del Santissimo Crocifisso con tema "Il pellegrinaggio come itinerario di vita nel Santuario del Santissimo Crocifisso". Sabato alle ore 11,45 e alle ore 16,15. Domenica alle ore 11,45. Per prenotazioni (3404980862).