1

FormatFactorylavit4

DRUOGNO - 02-08-2018- Inaugura domani, venerdì 3 agosto (ore 16) nel settecentesco oratorio di San Giulio, a Druogno, la mostra di disegni diGiancarlo Sangregorio (Milano, 1925 Sesto Calende, 2013) . Si tratta di opere datate tra il 1990 ed il 2000 e della terza esposizione in tre anni dei disegni dell'artista, a chiusura di un ciclo che tanto racconta di questo scultore lombardo che da sempre aveva avuto nel cuore la Valle Vigezzo e le pietre dell'Ossola che l'avevano ispirato sin dalla giovinezza. Allievo di Marino Marini, Sangregorio - che risiedeva a Sesto Calende - è stato artista di fama internazionale, tuttavia il suo legame con l'Ossola è rimasto forte. E non è un caso che nel 2010, il Maestro volle donare al Comune di Druogno quelle sette opere che oggi costituiscono un vero e proprio museo di sculture all’aperto nella frazione di Gagnone “Il Giardino di montagna”, come lui stesso volle si chiamasse questo suggestivo angolo dove arte e natura s'incontrano. Qui peraltro, in una casa tradizonale è possibile visitare il “Centro Studi Sangregorio”, diramazione di quella Fondazione Sangregorio che ha fornito le opere per l'esposizione che apre domani, e che sarà visitabile sino al 1° settembre (dalle 14.00 alle 18.00 con chiusura mercoledì e domenica).

(Foto: Fondazione Sangregorio)