1

ranajit sengupta

BORGOMANERO -31-07-2018- Tappa borgomanerese per il Master di "Un Paese a sei corde". Sabato, 4 agosto, alle 21, nel cortile di Villa Marazza, è in programma il concerto, con repertorio "dalla tradizione a Bollywood”, di Ranajit Sengupta, Sanjak  Kansa Banik e Daniel Luedke.  In caso di maltempo il concerto si svolgeranno all’interno della Villa. Ingresso libero. Ranajit Sengupta (Sarode, Voce, Mandolino e Percussioni)  è stato un bambino prodigio inizialmente con la mandolina e, dopo un rigoroso addestramento e pratica in sarode, si è affermato come uno dei migliori musicisti della sua generazione. È docente universitario in università indiane e ha partecipato a molti workshop condotti dalla leggenda vivente Ustad Ali Akbar Khan. Sanjay Kansa Banik Giovane solista di tabla, di recente, ha ottenuto il titolo di miglior musicista dalla All India Radio di Calcutta. Vive a Roma, fa parte dell'Orchestra di Piazza Vittorio e recentemente il regista Simone Mariani ha girato un documentario su di lui dal titolo A journey on the tabla. Daniel Luedke (Chitarre) ha imparato a suonare la chitarra presso l'Università di Musica e Arti dello spettacolo di Amburgo. Insieme a Ranajit Sengupta ha registrato i CD per la musica jazz indiana "Kyabaat" con la partecipazione di alcuni violinisti di James Last. Nel 2005 si è offerto volontario per l'Orchestra giovanile dell'ONU e ha mixato il pezzo "Peanut Vendor" che è stato prodotto in occasione del 60 ° anniversario dell'Onu.