1

Ripamonti

PETTENASCO- 29-07-2018- Sabato 4 agosto alle ore 18.00 al Museo dell’Arte della Tornitura del Legno di Pettenasco ci sarà l’inaugurazione della mostra: “Alberi VII – il giardino segreto – omaggio a Gianni Pizzigoni”.

“Alberi”, come noto, è una mostra collettiva itinerante ideata dal Maestro Giovanni Crippa per lo spazio Aglaia di Omegna, in questo 2018 “Alberi” giunge alla settima edizione e per il quarto anno consecutivo è ospitata dal Museo della Tornitura di Pettenasco.

Ormai consolidata è la collaborazione fra l’Associazione Turistica Pro Loco Pettenasco Nostra che gestisce il museo di Pettenasco, e Aglaia Arts & Crafts di Omegna, un lavoro di squadra che di anno in anno si rafforza e si perfeziona e che si concretizza in progetti sempre nuovi e interessanti.

E’ il Maestro Crippa a introdurre questa nuova mostra: “Dopo la scomparsa dell’amico prof. Gianni Pizzigoni -esordisce Crippa- è a lui che vogliamo dedicare questa mostra, ricordando il suo insegnamento nel riconoscere il bello intorno a noi, sotto qualsiasi forma. Ricordiamo i suoi giardini quadri pieni di poesia che esprimono una rara delicatezza di animo e un sentimento, sempre molto misurato ma intenso, di amore per la vita”.

La collettiva che verrà inaugurata sabato ospita opere di dieci artisti che esprimono la loro idea di giardino segreto attraverso una varietà di suggestioni e con tecniche molto diverse.

Gli scultori Crippa e Omezzolli utilizzano l’argilla per le loro opere.

Le stampe botaniche di Luparia si rifanno a una tecnica antica, su carta all’argento, che crea immagini semplici, essenziali. La materia è una componente essenziale anche nelle sculture di Montemartini, in pietra di Vicenza, che guida il visitatore tra le colline dell’Oltrepò pavese e poi in un giardino più intimo, sulle alture del Lago d’Orta, dove l’autore ritrova una comunanza di anime. Sono delicati, con trasparenze preziose, gli acquarelli di Presotto, appassionata cultrice di giardini, che utilizza il colore senza appesantirlo, regalando immagini quasi evanescenti, di paesaggi di sogno. Gli abitanti del giardino, un ragno che lento tesse la sua tela, simbolo dello scorrere della vita e un pappagallo curioso che guarda oltre il giardino, spuntano dalle tele di Vinotti, che si caratterizza per un peculiare uso del colore, per una testura liscia e compatta. Un’edera si avvolge al tronco di un platano nell’opera di Zucchi, che vuole richiamare il concetto del secretare, del nascondere, immagine che la pittrice allarga all’animo umano. Anche il dipinto- installazione di Bassani allude al segreto di un giardino: l’artista si rappresenta nel suo luogo segreto, di spalle, forse guardando oltre il muro che lo circonda. C’è allegria nel giardino futurista di Ripamonti e il movimento degli uccelli che lo abitano rendono la rappresentazione dinamica, con un uso interessante del colore. Nei dipinti di Mirici Cappa gli alberi sono protagonisti: un pesco, rinascita dopo un inverno grigio e betulle argentee, alberi che vivono, coraggiosamente, radicando anche in terreni poco favorevoli.

Da sempre il luogo del giardino è uno di quei luoghi reali che assume un significato simbolico, il giardino è armonia fra elementi diversi, il giardino è uno spazio confinato e racchiuso, finitudine misteriosa che accompagna menti e cuori alla ricerca d’infinito, è un luogo di silenzio e di crescita, è luogo di rinascita ed è lì che uomo e natura si conoscono intimamente e si danno la mano per affrontare assieme un viaggio.

Ogni persona ha un proprio giardino segreto: un giardino in cui nascondersi, un giardino in cui perdersi, un giardino in cui ritrovarsi…

La mostra sarà visitabile dal 4 agosto al 1 settembre 2018 da mercoledì a domenica dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 16.00 alle ore 18.00.

Per maggiori informazioni si può contattare Aglaia Arts & Crafts alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

e al numero 338.6307434, oppure si può visitare il sito del Museo dell’Arte della Tornitura del Legno www.museotorniturapettenasco.it

Nella fotografia un’opera di Roberto Ripamonti.

r.a.